UN FRANCIACORTA DA LAUREA: LENZA TESI 43

Il produttore lombardo presenta il suo top di gamma.

 “Il vino per noi gente di franciacorta è l’espressione massima della terra, antiche tradizioni famigliari, origini contadine, tecnica e passione. Generazioni custodi di memorie del territorio, come l’abbandono delle viticolture franciacortine dopo la distruzione filosserica del 1908 o la ricostruzione dei vigneti negli anni sessanta per l’ottenimento dei vini ricchi di finezza, aroma e acidità(quest’ultima prerogativa indispensabile per un lungo affinamento su lieviti). I vini Lenza sono stati tra i primi esempi della qualità della denominazione Franciacorta già dal 1967(anno di origine) e i primi a produrre il Franciacorta Extra Brut o Rosè; ora sono Vittorio Lenza e suo figlio Matteo a mantenere l’alta qualità dei vini grazie ad una produzione non intensiva nel rispetto della natura e della tradizione, apprezzati particolarmente dai veri intenditori per le molteplici sfumature, eleganza e tipicità.”

Una gamma quella del produttore franciacortino orientata verso l'originalità, con spumanti dalle note caratteristiche sempre riconoscibili, sebbene in linea con i dettami più tradizionali della loro terra di appartenenza. La proverbiale eleganza del Franciacorta di Lenza ha trovato la sua espressione estrema nel brut Tesi n.43, che dopo ben sette anni sui lieviti esprime complessità suadenti abbinate ad una invidiabile freschezza. Il Tesi n.43 arriva a Rapallo come una anteprima assoluta, poichè la sua presentazione ufficiale sarà prevista solo al prossimo Vinitaly. Ancora eleganza allo stato puro per il Cremant, fine e setoso, quanto avvolgente al palato. Caratteristica la sua chiusura tostata e dal ricordo di nocciola. Ancora finezza, ma con molta più freschezza e linearità nell'Extra Brut, uno spumante perfetto per gli appassionati della categoria, caratterizzato dalle note amarognole tipiche della maison e da una spiccata mineralità che insieme alle altre caratteristiche rendono questo vino austero quanto godibile, particolarmente come aperitivo di alto livello o con antipasti di mare.

Trionfo di freschezza il Brut oltre 24 mesi sui lieviti, un blanc de blanc caratterizzato da una beva eccezionale. L'apparente semplicità indotta dai riflessi verdognoli e da un naso caratterizzato dalla finezza dei lieviti, viene arricchita da una permanenza in bocca che rivela presto una gradevole sapidità e una discreta mineralità, caratteristiche tali da poter apprezzare questo Brut su diverse portate, tipicamente a base di pesce e carni bianche.

 

 

  • Franciacorta Brut Levi (entro 24 mesi sui lieviti)
  • Franciacorta Brut (oltre 24 mesi sui lieviti)
  • Franciacorta Extra Brut
  • Franciacorta Cremant
  • Franciacorta Brut Tesi n°43

More links

Print
0 Commenti

Categorie: Le DegustazioniNumero di visite: 3574

Tags: degustazionilenzatesi 43